Blue flame VBF

VBF Servizio Clienti

  • Quali sono le differenze tra le stufe ad infrarossi e le stufe a fiamma blu?

    Le stufe a  fiamma Blu e quelle a  raggi infrarossi sono entrambe efficienti al 99,9% .

    Utilizzano  la stessa quantità di gas e producono  la stessa quantità di calore totale.

    Entrambe  hanno sensori di ossigeno (ODS).

    Il tipo di riscaldamento delle stufe ad infrarossi è estremamente mirato.,se ci si trova di fronte  si sente il calore immediatamente. Queste stufe a raggi infrarossi irradiano infatti calore a raggi infrarossi, proprio come il sole. I raggi infrarossi viaggiano attraverso l'aria e vengono assorbiti dagli oggetti con cui vengono a contatto.

    Se si sta fuori all'aperto in una giornata nuvolosa e ad un certo punto le nuvole si aprono  ed esce  il sole, d'improvviso sentite più caldo. Questo non è perché l'aria intorno a voi è diventata più calda ma perché  più  raggi infrarossi del sole passano attraverso l'aria e sono assorbiti dalla pelle.

    Le stufe a  fiamma blu di solito funzionano meglio in zone isolate, mentre quelle del tipo a raggi infrarossi possono funzionare meglio in zone non isolate in quanto si riscaldano  gli oggetti prima che l'aria.

    Le stufe a Blue Flame potrebbero  richiedere più tempo per riscaldare la stanza in quanto mirano a  riscaldare tutta l'area, mentre i riscaldatori a raggi infrarossi forniscono calore immediato sotto forma di calore direzionale verso oggetti che trovano nella loro direttrice.

    Quindi, come si fa a scegliere?

    Se si desidera una stufa davanti alla quale  stare di fronte, dopo magari essere stati al freddo, scegliete l'infrarosso. La sensazione è quella di stare di fronte a un fuoco.

    Le stufe a fiamma blu in genere hanno una gamma di potenza termica che è controllata dal termostato mentre quelle  a raggi infrarossi, se dotate di un termostato, sono on o off alla loro piena potenza nominale.

  • Le stufe catalitiche e ad infrarossi possono essere usate ad altezza superiore ai 2000 mt sul livello del mare?

    No, la poca ossigenazione fa sì che si spengano.