Consigli per soffrire meno il caldo

Il nostro corpo è un organismo perfetto, capace di autoregolarsi anche in condizioni estreme: questo però non vuol dire che sia giusto lasciarlo solo a combattere quando possiamo fare qualcosa per aiutarlo. Soffrire il caldo, per esempio, non fa bene a nessuno e per bambini e anziani può essere anche pericoloso: è in questo caso che i climatizzatori portatili ci aiutano a minimizzare i disagi.

Il motivo per cui soffriamo il caldo e soprattutto il caldo umido è che per stare bene la temperatura corporea dev’essere intorno ai 36/37 gradi: quando la temperatura esterna è intorno ai 25 gradi è più facile mantenerla, quando è inferiore ci aiutiamo con vestiti e coperte, quando è superiore dobbiamo e possiamo aiutarci cercando il più possibile di stare al fresco e di reidratarci.

Il caldo umido è molto più faticoso da gestire perché il sudore fa da barriera alla pelle e rende ancora più difficile mantenere normale la temperatura corporea.

Come fare?

In casa o in ufficio possiamo usare un climatizzatore da tenere a temperature simili a quelle ideali, quindi 24/25 gradi, quando usciamo dobbiamo fare attenzione e magari aiutarci con qualche piccolo stratagemma.

È importante scegliere vestiti leggeri e non aderenti, con tessuti il più possibile naturali, bere tanti liquidi (acqua, tisane, spremute) meglio se a temperatura ambiente, preferire cibi freschi e leggeri, cercare l’ombra e proteggersi sempre con un filtro solare idratanti: queste le basi per soffrire meno il caldo.

In casa cercate di tenere le finestre socchiuse durante i picchi di calore, da riaprire la mattina presto; anche le piante contribuiscono a rinfrescare l’ambiente, evitate invece di stendere il bucato in casa se c’è molta umidità.  Questi accorgimenti aiuteranno anche il vostro condizionatore, riducendo i consumi e migliorando il risultato.

Quando la situazione diventa insostenibile e siamo in giro, magari in città, possiamo intervenire con l’acqua fresca: anche quando non possiamo fare una doccia (mai troppo fredda) o - magari - un tuffo in mare, bagnarsi i polsi e le caviglie con acqua fredda migliora subito la situazione. Con una fontana e un lavandino è possibile anche improvvisare un trattamento Kneipp artigianale: è sufficiente bagnarsi l’interno delle braccia fino al gomito e poi l’esterno, partendo dal braccio sinistro per seguire il percorso del sangue fino al cuore, poi il destro.

Anche immergere i piedi in una fontana o camminare scalzi su un prato può dare un sollievo immediato e una volta a casa, dopo aver acceso il Pinguino De’ Longhi, un bel pediluvio con acqua fresca, sale grosso e zenzero :-)

Foto di Silvana Toigo

Condizionatori portatili Pinguino

Condizionatori portatili Pinguino

Scopri l'intera gamma dei condizionatori portatili

Scopri